Check-in: tornano i liquidi nel bagaglio a mano

Domenica
14:03:29
Novembre
17 2019

Check-in: tornano i liquidi nel bagaglio a mano

Stop ai documenti personali e biglietto all'imbarco, il 'lasciapassare' sarà il volto degli stessi passeggeri

View 6.6K

word 457 read time 2 minutes, 17 Seconds

Oltrepassare le postazioni di sicurezza sarà sempre meno traumatico perché non si dovranno più tirare fuori dal bagaglio a mano computer portatile, liquidi, macchine fotografiche o quant'altro. Un ritorno al passato, l’obbligo di separare questi oggetti dal resto degli effetti personali venne introdotto dopo gli attentati dell’11 settembre 2001. Le nuove macchine radiogene consentono di effettuare una vera Tac al contenuto del trolley da portare a bordo: il software in pochi secondi mostra eventuali anomalie all’operatore. Operatore che, di questo passo, potrebbe diventare l’unico essere umano incontrato dall’ingresso in aeroporto fino all’imbarco. Novità vi sono anche circa la necessità di presentare i propri documenti personali. Una nuova postazione è, infatti, comparsa da qualche giorno all'aeroporto di Roma Fiumicino, primo aeroporto d’Italia per traffico passeggeri. Entro la fine del mese chi s’imbarcherà sui voli Klm Roma-Amsterdam potrà sperimentare l’imbarco di ultima generazione dove il proprio volto diventa «il» lasciapassare, senza dover più mostrare il documento d’identità e il biglietto. Lo stesso accadrà anche a cavallo tra quest’anno e il prossimo allo scalo di Linate, a Milano, per i frequent flyer e in ogni collegamento, sia esso nazionale, comunitario o extra Schengen (cioè il Regno Unito), sottolineano da Sea, azienda che supervisiona la struttura alle porte del capoluogo lombardo e a Malpensa.

Ma come funziona?

Al momento del check-in online attraverso lo smartphone o nei chioschetti nei pressi dei banconi - cosa che oggi fa già il 54,5% delle persone nel globo secondo il Passenger It Insights 2019 di Sita - la fotocamera riprende i punti principali del viso e convalida l’identità incrociando i dati del documento di viaggio (il passaporto in particolare) e la prenotazione del volo. Il sistema, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello "Sportello dei Diritti", genera un «token», una chiave digitale temporanea che consente al solo volto - intanto passato anche al vaglio dei database delle polizie locali e internazionali - di superare i diversi varchi fermandosi per circa 20-25 secondi davanti alle fotocamere nei tre punti di «snodo»: il controllo del bagaglio a mano, la postazione di frontiera, il gate che fa accedere al velivolo. Da un punto di vista statistico l’utilizzo della biometria ha un bassissimo margine d’errore, anche se per alcune etnie ha mostrato in giro per il mondo valori anomali che dovranno essere risolti. Non solo: tra febbraio e marzo dovrebbero arrivare i nuovi impianti sofisticati di controllo dei bagagli a mano, che identificano anche piccolissimi quantitativi di esplosivo.

Source by Sportello_dei_Diritti


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Check-in...io a mano