COVID-19 mostra perché un'azione unitaria è necessaria per un'architettura sanitaria internazionale più solida

MOVE

MOVE

Martedì
09:38:45
Marzo
30 2021

COVID-19 mostra perché un'azione unitaria è necessaria per un'architettura sanitaria internazionale più solida

Articolo a cura del presidente Charles Michel, del direttore generale dell'OMS Dr Tedros Adhanom Ghebreyesus e di oltre 20 leader mondiali

View 696

word 866 read time 4 minutes, 19 Seconds

La pandemia COVID-19 è la più grande sfida per la comunità globale dagli anni '40. A quel tempo, in seguito alla devastazione di due guerre mondiali, i leader politici si unirono per forgiare il sistema multilaterale. Gli obiettivi erano chiari: riunire i paesi, dissipare le tentazioni dell'isolazionismo e del nazionalismo e affrontare le sfide che potevano essere raggiunte solo insieme in uno spirito di solidarietà e cooperazione, vale a dire pace, prosperità, salute e sicurezza.

Oggi, nutriamo la stessa speranza che mentre combattiamo per superare insieme la pandemia COVID-19, possiamo costruire un'architettura sanitaria internazionale più solida che proteggerà le generazioni future. Ci saranno altre pandemie e altre importanti emergenze sanitarie. Nessun governo o agenzia multilaterale può affrontare da solo questa minaccia. La domanda non è se, ma quando. Insieme, dobbiamo essere meglio preparati per prevedere, prevenire, rilevare, valutare e rispondere efficacemente alle pandemie in modo altamente coordinato. La pandemia #COVID-19 è stata un duro e doloroso promemoria che nessuno è al sicuro finché tutti non sono al sicuro.

Ci impegniamo quindi a garantire un accesso universale ed equo a vaccini, medicinali e strumenti diagnostici sicuri, efficaci ed economici per questa e le future pandemie. L'immunizzazione è un bene pubblico globale e dovremo essere in grado di sviluppare, produrre e distribuire vaccini il più rapidamente possibile.

Questo è il motivo per cui è stato istituito l'Acceleratore per gli strumenti di accesso a COVID-19 (ACT-A) al fine di promuovere la parità di accesso a test, trattamenti e vaccini e supportare i sistemi sanitari in tutto il mondo. ACT-A ha prodotto molti aspetti ma non è stato ancora raggiunto un accesso equo. Possiamo fare di più per promuovere l'accesso globale.

A tal fine, crediamo che le nazioni dovrebbero lavorare insieme per un nuovo trattato internazionale per la preparazione e la risposta alle pandemie.

Un impegno collettivo così rinnovato rappresenterebbe una pietra miliare nell'intensificare la preparazione alla pandemia al più alto livello politico. Sarebbe radicato nella costituzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, attingendo ad altre organizzazioni rilevanti chiave per questo sforzo, a sostegno del principio della salute per tutti. Gli strumenti sanitari globali esistenti, in particolare il Regolamento sanitario internazionale, sosterrebbero un tale trattato, garantendo una base solida e collaudata su cui possiamo costruire e migliorare.

L'obiettivo principale di questo trattato sarebbe promuovere un approccio per tutto il governo e per tutta la società, rafforzando le capacità nazionali, regionali e globali e la resilienza a future pandemie. Ciò include il potenziamento della cooperazione internazionale per migliorare, ad esempio, i sistemi di allarme, la condivisione dei dati, la ricerca e la produzione e distribuzione locale, regionale e globale di contromisure mediche e di salute pubblica, come vaccini, medicinali, diagnostica e dispositivi di protezione individuale.

Includerebbe anche il riconoscimento di un approccio "One Health" che collega la salute degli esseri umani, degli animali e del nostro pianeta. E un simile trattato dovrebbe portare a una maggiore responsabilità reciproca e responsabilità condivisa, trasparenza e cooperazione all'interno del sistema internazionale e con le sue regole e norme.

Per raggiungere questo obiettivo, lavoreremo con i capi di Stato e di governo a livello globale e tutte le parti interessate, compresa la società civile e il settore privato. Siamo convinti che sia nostra responsabilità, come leader di nazioni e istituzioni internazionali, garantire che il mondo apprenda le lezioni della pandemia COVID-19.

In un momento in cui COVID-19 ha sfruttato le nostre debolezze e divisioni, dobbiamo cogliere questa opportunità e unirci come una comunità globale per una cooperazione pacifica che va oltre questa crisi. Sviluppare le nostre capacità e i nostri sistemi per farlo richiederà tempo e un impegno politico, finanziario e sociale sostenuto per molti anni.

La nostra solidarietà nel garantire che il mondo sia meglio preparato sarà la nostra eredità che protegge i nostri figli e nipoti e riduce al minimo l'impatto delle future pandemie sulle nostre economie e sulle nostre società.

La preparazione alla pandemia richiede una leadership globale per un sistema sanitario globale adatto a questo millennio. Per rendere questo impegno una realtà, dobbiamo essere guidati da solidarietà, correttezza, trasparenza, inclusività ed equità.

Di JV Bainimarama , Primo Ministro delle Figi, Prayut Chan-o-cha , Primo Ministro della Thailandia; António Luís Santos da Costa , Primo Ministro del Portogallo; Mario Draghi , Primo Ministro italiano; Klaus Iohannis , presidente della Romania; Boris Johnson , Primo Ministro del Regno Unito; Paul Kagame , presidente del Ruanda; Uhuru Kenyatta , presidente del Kenya; Emmanuel Macron , Presidente della Francia; Angela Merkel , Cancelliere della Germania; Charles Michel , presidente del Consiglio europeo; Kyriakos Mitsotakis , Primo Ministro della Grecia;Moon Jae-in, Presidente della Repubblica di Corea; Sebastián Piñera , Presidente del Cile; Carlos Alvarado Quesada , Presidente del Costa Rica; Edi Rama, Primo Ministro dell'Albania; Cyril Ramaphosa , Presidente del Sud Africa; Keith Rowley , Primo Ministro di Trinidad e Tobago; Mark Rutte , Primo Ministro dei Paesi Bassi; Kais Saied , presidente della Tunisia; Macky Sall , presidente del Senegal; Pedro Sánchez , Primo Ministro spagnolo; Erna Solberg , Primo Ministro della Norvegia; Aleksandar Vučić , presidente della Serbia; Joko Widodo, Presidente dell'Indonesia; Volodymyr Zelensky , Presidente dell'Ucraina, Dr Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità.

Guarda il video

Source by consiliumeuropeanunion


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / COVID-19...ù solida