Venerdì
05:32:16
Febbraio
11 2022

Muore all'età di 89 anni Luc Montagnier, co-scopritore dell'HIV. I social si scatenano, No Vax commossi

Il virologo in seguito ha suscitato intense critiche per le teorie non scientifiche sull'autismo e sul Covid-19

View 923

word 632 read time 3 minutes, 9 Seconds

8 Febbraio muore Luc Montagnier. L'uomo Nobel per gli studi sull'Aids, che ha concluso con un viaggio a Milano i suoi incontri con i No Vax. Amato per ciò che ha dichiarato in pubblico, ha lasciato una impronta indelebile su l'onore e il rispetto dei diritti individuali e la libertà di scelta.

Luc Montagnier, il virologo francese accreditato come co-scopritore del virus dell'immunodeficienza umana (HIV), è morto all'età di 89 anni.

Montagnier ha ricevuto congiuntamente il Premio Nobel 2008 per il suo lavoro nell'isolare il virus che causa l'Aids.

È stato lodato per questo lavoro, ma in seguito è stato criticato per affermazioni non scientifiche sull'autismo e sul Covid-19.

Il sito di notizie locale FranceSoir ha riferito che è morto martedì 8 Febbraio 2022 a Neuilly-sur-Seine "circondato dai suoi figli".

Il virologo iniziò a lavorare sul virus all'inizio degli anni '80 mentre lavorava presso l'Istituto Pasteur in Francia, una fondazione di ricerca senza scopo di lucro.

Montagnier e il suo team - tra cui Françoise Barré-Sinoussi, che in seguito avrebbe vinto con lui il Premio Nobel per la Fisiologia o la Medicina - hanno esaminato campioni di tessuto di pazienti con la nuova misteriosa sindrome.

Sono riusciti a isolare l'HIV nel linfonodo di un malato di Aids e hanno pubblicato la notizia della scoperta sulla rivista Science nel 1983.

Nella stessa edizione, lo scienziato statunitense Robert Gallo ha pubblicato risultati simili e in seguito ha concluso che il virus ha causato l'AIDS.

La disputa su chi per primo ha identificato l'HIV ha causato anni di acceso dibattito.

Gallo ha ammesso nel 1991 che il virus che ha trovato proveniva dall'Istituto Pasteur l'anno prima, ei due uomini hanno concordato pubblicamente nel 2002 che il team di Montagnier ha scoperto l'HIV, ma che Gallo ha mostrato per la prima volta il suo ruolo nel causare l'AIDS.

Tuttavia, quando Montagnier e Barré-Sinoussi sono stati insigniti del Premio Nobel nel 2008 per il loro lavoro - insieme a Harald zur Hausen per il suo lavoro sul cancro cervicale - il comitato, controverso, non ha menzionato Robert Gallo.

Montagnier in seguito ha generato enormi critiche per una serie di affermazioni non scientifiche, comprese le cause dell'autismo e successivamente le origini del Covid-19.

Nato nel 1932 nella città di Chabris, nel centro della Francia, Montagnier iniziò a lavorare alla Facoltà di Scienze di Parigi nel 1955.

Si è trasferito al Pasteur Institute nel 1972 e, dopo il suo lavoro sull'HIV, ha guidato la fondazione prima di trasferirsi al Queens College, City University di New York nel 1997.

I media francesi hanno riferito per la prima volta che era morto all'ospedale americano di Neuilly-sur-Seine l'8 febbraio. Le autorità locali hanno successivamente confermato ufficialmente la sua morte.

Luc Antoine Montagnier (Chabris, 18 agosto 1932 – Neuilly-sur-Seine, 8 febbraio 2022) è stato un biologo e virologo francese, direttore emerito del Centre national de la recherche scientifique e dell'Unità di Oncologia Virale dell'Istituto Pasteur di Parigi dove nel 1983 assieme a Françoise Barré-Sinoussi ha scoperto il virus HIV: tale traguardo scientifico valse ai due il Premio Nobel per la medicina 2008 (condiviso con il virologo tedesco Harald zur Hausen, a sua volta premiato per aver dimostrato la connessione tra #Papillomavirus e #cancro della cervice uterina). Negli anni Montagnier ha promosso una varietà di teorie pseudoscientifiche riguardo all'AIDS, alla cosiddetta memoria dell'acqua (principio alla base dell'omeopatia) e ai vaccini; durante la pandemia di COVID-19 ha sostenuto diverse teorie del complotto riguardo all'origine, alla diffusione e alla prevenzione del virus #SARS-CoV-2, non dimostrate oppure ampiamente confutate. Nel corso degli anni Montagnier è stato duramente criticato dalla comunità scientifica, tra cui decine di altri premi Nobel, ed è stato accusato di far leva sull'aver ricevuto tale riconoscimento per diffondere messaggi errati dal punto di vista scientifico.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Muore al... commossi