MANIFESTAZIONE PER LIBERAZIONE OSTAGGI A BAGHDAD, INTANTO CONTINUANO LE VIOLENZE

Mercoledì
22:51:05
Settembre
15 2004

MANIFESTAZIONE PER LIBERAZIONE OSTAGGI A BAGHDAD, INTANTO CONTINUANO LE VIOLENZE

View 165.1K

word 312 read time 1 minute, 33 Seconds

IRAQ: Un piccolo segnale di speranza arriva oggi dall’Iraq, in una giornata contrassegnata da nuove violenze all’indomani dell’attentato che ieri ha provocato una cinquantina di vittime e oltre 100 feriti a Baghdad: centinaia di persone sono scese per le strade della capitale chiedendo la liberazione delle due operatrici umanitarie italiane Simona Torretta e Simona Pari e dei loro colleghi iracheni, da otto giorni in mano a un ignoto gruppo di sequestratori.

La manifestazione è stata promossa da un cartello della società civile che riunisce organizzazioni non governative e alla quale hanno partecipato esponenti sunniti, sciiti, cristiani caldei, una cinquantina di capi tribù e alcuni sceicchi: un corteo con numerosi striscioni " al quale ha preso parte al fianco di molti volontari anche un gruppo di disabili sulla sedia a rotelle - ha percorso alcune strade della capitale, in una non comune e coraggiosa iniziativa di pace che non ha molti precedenti nella capitale di un Paese devastato dalla guerra da nord a sud.

Intanto almeno dieci persone sono rimaste uccise e sei ferite nei violenti scontri tra guerriglieri e soldati americani nella roccaforte sunnita di Ramadi, circa 100 chilometri a ovest di Baghdad, secondo il bilancio fornito dal ministero della Sanità iracheno. A Suwarya, circa 40 chilometri a sud della capitale, secondo fonti del ministero dell’Interno l’esplosione di un’autobomba di fronte a un posto di blocco della Guardia nazionale irachena ha provocato la morte di un civile e di un militare iracheni e il ferimento di una decina di persone.

La polizia irachena ha annunciato il ritrovamento di tre cadaveri decapitati a nord di Baghdad; secondo l’esercito Usa si tratterebbe di cittadini arabi. Ieri a Kerbala, a sud della capitale, era stato ucciso un funzionario iraniano addetto all’organizzazione di pellegrinaggi nei luoghi santi sciiti. [EB]

http://www.misna.org

Source by Redazione


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / MANIFEST... VIOLENZE