l’INTEGRAZIONE POSTURALE: UN CONTATTO OMEOPATICO

Lunedì
21:54:42
Ottobre
28 2002

l’INTEGRAZIONE POSTURALE: UN CONTATTO OMEOPATICO

di Carmine Piroli, psicologo e psicoterapeuta, docente ASPIC

View 167.1K

word 495 read time 2 minutes, 28 Seconds

Molti di noi desiderano cambiare, essere più rilassati, più sani e più vitali. Desiderano un tipo di vita diversa e sono impegnati n molti progetti per migliorarsi. Ma c’è una parte di noi che si oppone a qualsiasi cambiamento o trasformazione della nostra
vita. Questa parte che rifiuta di andarsene è la nostra corazza. Per la paura di affrontare il dolore e la confusione, induriamo e desinsibilizziamo il nostro corpo per mantenere i sentimenti ed i pensieri sotto controllo.

l’armatura è costituita da atteggiamenti ben strutturati che sono funzionali alla vita di tutti i giorni: collo duro, pancia trattenuta, grasso e fianchi debordanti, tristezza camuffata da apparente allegria, rabbia trattenuta e paura che paralizza.
Spesso si tenta di cambiare noi stessi e modificare la nostra vita, servendoci, però, degli stessi atteggiamenti che usiamo abitualmente per difenderci dai nostri problemi. In chiave somatica, ad esempio, se abbiamo una schiena accorciata e dolorante, cerchiamo sollievo immediato facendo esercizi, questi fanno muovere ancora di più le parti già mobili e bloccano le parti rigide, ne consegue ulteriore disorganizzazione ed aumento del dolore, che a sua volta sarà coperto da altri atteggiamenti compensatori.

La vecchia situazione che ha creato il problema ne esce rafforzata o trasferisce la difficoltà altrove.
Lavorando su noi stessi senza liberare l’intera struttura, senza liberare il nostro atteggiamento abituale, non otteniamo un cambiamento, ma un riposizionamento dei problemi.

l’integrazione posturale considera l’essere nella sua attività somatica e lavora su diversi livelli della persona: sul respiro (chiave della vitalità e potenza), sul corpo, sulle emozioni, sui pensieri e sullo spirito.
È un processo graduale: nelle prime sette fasi gli arti, il tronco, il bacino e la testa vengono di volta in volta allentati ed organizzati, mentre nel corso delle ultime tre fasi, vengono nuovamente armonizzati con cura ed integrati.

Durante la respirazione della persona ed i movimenti profondi e morbidi dell’integrazione posturale nella fascia connettivale, con le dita, i pugni, le nocche, i gomiti e le mani, appare un notevole fenomeno: il tessuto diventa marcatamente più flessibile, elastico, consistente e malleabile, dalla muscolatura più superficiale fino ai tessuti profondi.
Con questo allenamento il corpo inizia a trovare nuove proporzioni: i fianchi larghi diventano più stretti, il petto si espande, il tronco si allunga, il viso si rilassa, le natiche si riempiono e si arrotondano; nel medesimo tempo le emozioni ed i pensieri
si ancorano maggiormente.

Il tessuto connettivo, o fascia, è la blindatura prima del corpo, dalla testa ai piedi, ingloba e coordina i muscoli, ma è anche la principale struttura nella quale si congelano le tensioni psicosomatiche e persistono gli squilibri posturali. l’integratore posturale scioglie e organizza gli strati profondi del tessuto miofasciale rigido bloccato, riattiva la respirazione, libera le posture rigide, le abitudini fisiche e le emozioni semidimenticate, sviluppate negli anni per traumi e stress psicofisici
non risolti del tutto, che rendono la persona rigida, prevedibile e non spontanea.

Source by A.S.P.I.C._LATINA


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / l’INTE...MEOPATICO