Appello dei Musulmani alla Pace, Aumentano gli sfollati

Lunedì
04:00:45
Gennaio
07 2008

Appello dei Musulmani alla Pace, Aumentano gli sfollati

View 133.7K

word 444 read time 2 minutes, 13 Seconds

KENIA: Misna; “Quello di cui abbiamo bisogno adesso è la pace perché nessun passo avanti positivo può essere compiuto nel caos; i keniani sanno che gli atti di violenza servono solo a danneggiare il paese”: lo ha detto Muhdhar Khitamy , presidente della rappresentanza di Mombasa del Supkem, Supremo consiglio dei musulmani del Kenya, definendo privi di senso le uccisioni e i saccheggi di massa che hanno raggiunto anche alcune località costiere sull’Oceano Indiano come Kilifi, Diani and Wundanyi, in cui si conterebbe un totale di 16 vittime.

Anche il Supkem, come hanno già fatto tutte le istituzioni e le personalità keniane e straniere che non si sono schierate nè con il presidente-eletto Mwai Kibaki nè con il suo avversario Raila Odinga, ha chiesto ai principali esponenti politici del paese di incontrarsi per discutere delle loro divergenze e tentare di comporle. Anche Alhaji Abdullahi Kiptonui, vice presidente nazionale del Supkem, unendosi all’iniziativa dei musulmani di Mombasa, principale città costiera del Kenia, poco a sud di Malindi, chiede a tutti i keniani di mettere da parte le loro differenze tribali e di tornare a vivere in armonia “ come era già consuetudine”.

In un’altra distinta dichiarazione, Sheikh Ali Shee, presidente della “Islamic Lobbying for Justice and Truth”, ha sottolineato che un eventuale riconteggio dei voti espresso per la presidenza dovrebbe essere accettato sia da Kibaki che da Odinga. “ I musulmani non devono partecipare a disordini, uccisioni di persone innocenti o distruzioni di proprietà perché contrari agli insegnamenti dell’Islam. Molto meno equilibrata la posizione espressa da “Coast Human Rights Network”, una rete di 16 organizzazioni che hanno chiesto l’intervento di magistrati del Commonwealth per un eventuale riconteggio dei voti e chiedono intanto a Kibaki di dimettersi.

Secondo fonti di stampa locale, il totale delle vittime degli scontri - che includono una componente etnico-tribale ma appaiono motivati soprattutto dall’ appartenenza a violenti e facinorosi dei gruppi politici contrapposti di Kibaki e Odinga e una mano pesante della polizia " oscilla tra un minimo di 150 e un massimo di 300 persone, incluse le 35 perite nel rogo della chiesa pentecostale di Eldoret, un’essenziale ma facilmente infiammabile costruzione in legno a cui ancora non è chiaro nè da chi nè perché sarebbe stato appiccato il fuoco.

Pur essendoci stata ieri una “corsa al rialzo” del numero di vittime - fino a 500 e perfino a 1000 o oltre, accompagnate da assurde voci di “genocidio” e situazioni “di tipo ruandese” - la Croce Rossa keniana non andava ieri sera oltre le 289. Più preoccupante sembra invece il numero degli sfollati che impauriti hanno lasciato le loro dimore e si contrebbero già nell’ordine di decine di migliaia. [MB]

Source by Misna


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Appello ... sfollati
from: ladysilvia
by: Bocconi
from: ladysilvia
by: Apple