Tabellini, come la politica penalizza la crescita

Lunedì
10:59:44
Dicembre
15 2008

Tabellini, come la politica penalizza la crescita

La miglior politica industriale è la tutela della concorrenza, dice il rettore della Bocconi nel libro “L’Italia in gabbia”, e per arginare la Cina si deve investire in conoscenza. Ma i politici

View 135.5K

word 550 read time 2 minutes, 45 Seconds

Milano: Sulle politiche per la crescita, sull’università , sul welfare, sul sistema bancario, sulle imposte sul lavoro e sulle riforme costituzionali Guido Tabellini ha le idee chiare e, con il suo L’Italia in gabbia. Il volto politico della crisi economica (Università Bocconi editore, 252 pagine, 14 euro) riesce a chiarirle anche al lettore, convincendolo del fatto che la natura dei mali italiani sia, prima di tutto, politica.

In una raccolta di scritti pubblicati in oltre dieci anni, Tabellini conduce un’analisi tagliente e impietosa e suggerisce, in termini accessibili a tutti, soluzioni condivisibili, ma spesso radicali e perciò ostacolate da un potere politico che non vuole assumersene la responsabilità .

Viviamo il passaggio da un’epoca in cui motore della crescita era l’accumulazione di capitale fisico, necessario per imitare la crescita industriale di altri paesi, a una in cui il motore diventa l’accumulazione di conoscenza, perché nel mercato internazionale si compete attraverso l’innovazione e vince chi riesce a selezionare e a far crescere le idee migliori. In questa nuova realtà nessun governo “possiede le conoscenze necessarie a stabilire quali sono i progetti più promettenti. La migliore politica industriale è la tutela della concorrenza. Il vero compito della politica economica è mantenere un ambiente concorrenziale e aperto alle nuove iniziative, dove le imprese siano contendibili, abbiano il fiato sul collo della concorrenza, e chi le dirige sia sempre alla ricerca di ulteriori miglioramenti”.

Tabellini dimostra di essere lontano dal massimalismo che, partendo dal concetto di competitività , ha portato a esagerare le analogie tra nazioni e imprese, e da questa posizione più equilibrata trae motivi di speranza per l’Italia. “Nelle discussioni sulla competitività italiana”, scrive, “vi è un errore ricorrente: confondere l’Italia con una grande azienda. Un’impresa deve essere più competitiva dei concorrenti: se non ci riesce, rischia di uscire dal mercato. Per un paese, l’idea di competitività è fonte di confusione. Un paese meno produttivo degli altri in senso assoluto continua ad avere scambi commerciali: esporta ciò su cui ha un vantaggio comparato, importa ciò che è più efficiente produrre altrove”. Se, dunque, la battaglia con la Cina per le produzioni ad alto contenuto di lavoro è perduta, l’Italia deve riallocare le risors! e per trovare un vantaggio competitivo in altri settori: un’altra scelta politicamente difficile, dal momento che si tratterebbe di privilegiare i servizi in un paese in cui gli occupati dell’industria sono più numerosi che nel resto del mondo occidentale (28% contro il 18% degli Stati Uniti). Per arginare la Cina, in definitiva, si deve investire sulla conoscenza.

Le potenzialità positive del mercato (da non confondere, specifica Tabellini, con il capitale) sono ribadite negli scritti che riguardano un sistema bancario che non può essere protetto dall’interessamento degli operatori stranieri. Mercato, infine, non significa mancanza di regolamentazione, come si evince chiaramente dall’analisi della crisi finanziaria che stiamo attraversando e che un maggiore controllo, da parte soprattutto delle autorità americane, avrebbe forse potuto evitare.

Guido Tabellini
L’Italia in gabbia
Il volto politico della crisi economica
Università Bocconi editore, 2008

Editore: UNIVERSITA BOCCONI
Collana: ITINERARI
Pubblicazione: 11/2008
Numero di pagine: 238
Prezzo: " 14,00
ISBN-13: 9788883501371
ISBN:88835013713

Source by Bocconi


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Tabellin... crescita