“Stanziate ingenti risorse per recupero alloggi sfitti

Venerdì
08:20:27
Febbraio
06 2009

“Stanziate ingenti risorse per recupero alloggi sfitti

View 168.1K

word 608 read time 3 minutes, 2 Seconds

Milano, 5 febbraio 2009 " “Il Comune di Milano sta affrontando in modo massiccio il problema degli appartamenti sfitti, mettendo a disposizione ingenti risorse”. Lo dichiara l’assessore alla Casa Gianni Verga.
“Gli interventi si collocano in due ambiti: da un lato il recupero dei singoli alloggi lasciati liberi in base al normale turn-over degli inquilini (circa 700 alloggi all’anno), che viene affrontato attraverso gli appalti aperti previsti nel Piano delle Opere Pubbliche e seguiti dall’Area Tecnica del Comune. Dall’altro si tratta di interventi più complessi, come tali eseguiti su grandi numeri: accorpare gli alloggi ’sottosoglia’ " come è stato fatto a Quarto Oggiaro ", risanare interi edifici, come il quartiere di via Feltrinelli; fino al punto di demolirli e ricostruirli, come per le Torri di via Tofano. E’ evidente che in questi casi si devono avere a disposizione alloggi vuoti per sistemare provvisoriamente gli inquilini. Nei casi citati si è trattato di attivare piani di mobilità per circa 300 nuclei familiari. Questi ultimi interventi sono particolarmente costosi e per realizzarli il Comune si impegna, oltre che a stanziare risorse proprie, ad intercettare risorse regionali e statali partecipando ai relativi programmi di finanziamento. Così è stato per quello previsto dal Decreto Martinat, dal D.L. 159/2007 e dall’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale 2008, per un totale di 100 milioni di euro, di cui la metà a carico comunale”.

“E’ importante sottolineare " aggiunge l’assessore alla Casa " che anche il Piano di valorizzazione degli immobili comunali costituisce un’importante fonte di finanziamento per questi interventi di recupero. Infatti il 50% dei proventi sono destinati all’Edilizia Residenziale Pubblica (interventi di rimozione amianto, ristrutturazioni edilizie ed impiantistiche). La valorizzazione degli immobili ha rappresentato anche un modo per risolvere a monte la situazione di alcuni stabili vuoti da anni perché non assegnabili, che sono stati quindi inseriti tra quelli messi in vendita. Siamo del tutto consapevoli della portata e dell’urgenza di questo problema - come ho già detto quasi a livello di Protezione Civile - tanto è vero che nei giorni scorsi mi sono fatto promotore di un tavolo con l’assessore ai Lavori pubblici Bruno Simini finalizzato a ricercare tutte le vie per accelerarne la soluzione”.

“Gli alloggi banalmente definiti ’vuoti’ " spiega il Presidente di Aler Loris Zaffra " sono destinati a precisi e mirati scopi. In particolare, gran parte di essi è inserita nei contratti di quartiere. Poichè l’Azienda non può permettersi di vanificare gli sforzi legati alle iniziative di riqualificazione dei quartieri popolari, è necessario che ci sia una scorta di alloggi disponibili per la mobilità delle famiglie. Infatti, solo procedendo alla mobilità , si vedranno interi quartieri ristrutturati, quindi più vivibili per i nostri utenti”.
“Abbiamo inoltre ben chiaro il problema dell’abusivismo " conclude Zaffra -. Il bilancio dell’anno scorso, presentato assieme al Prefetto, è stato più che positivo in fatto di prevenzione: nel 2008, infatti, il 94% delle nuove occupazioni è stato recuperato”.

Gli alloggi al momento non assegnati sono in parte in via di attribuzione alle famiglie che hanno partecipato ai bandi per l’edilizia residenziale pubblica di Milano e provincia. Altri sono invece destinati " in applicazione della legge regionale 36 " a chi è interessato ad acquistare una casa in proprietà . Altri ancora sono in corso di ristrutturazione con finanziamenti propri di Aler e ministeriali del D. Lgs 159. Una parte, che comprende gli alloggi sottodimensionati (inferiori a 35mq), è stata esclusa dall’erp e destinata a progetti speciali che l’Aler sta mettendo in atto. Infine, i rimanenti alloggi sono inseriti nei contratti di quartiere: gran parte sono già in fase di recupero, gli altri sono invece destinati alla mobilità degli inquilini, che devono necessariamente spostarsi per permettere alle imprese appaltatrici di svolgere i lavori di riqualificazione.

Source by Verga


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / “St...gi sfitti