Erp: 1,5 milioni di euro per aiutare le famiglie in difficoltà

Venerdì 23:39:42
Gennaio 01 2010

Erp: 1,5 milioni di euro per aiutare le famiglie in difficoltà

L’assessore: “Dal Comune misure anticrisi per i nuclei più bisognosi”

View 169.8K

word 748 read time 3 minutes, 44 Seconds

MILANO: ERP. VERGA: “1,5 MILIONI DI EURO PER AIUTARE LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ”

Su proposta degli assessori Gianni Verga (Casa) e Mariolina Moioli (Scuola, Famiglia e Politiche sociali), il Comune ha stanziato un contributo “una tantum” di 1.579.000 euro a favore di nuclei familiari assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica in difficoltà economiche.

In base alla Legge Regionale 27/2007 i Comuni possono predisporre interventi di sostegno agli assegnatari di alloggi erp che non sono in grado di far fronte al pagamento del canone d’affitto. Inoltre, la crisi economica dell’ultimo anno ha reso critica la capacità delle famiglie residenti negli alloggi popolari di proprietà comunale di far fronte alle spese collegate all’alloggio.
Per sostenere le fasce più bisognose, l’Amministrazione, tenuto conto di quanto emerso dal confronto con sindacati e inquilini, ha ritenuto opportuno destinare risorse esclusivamente all’abbattimento del costo degli oneri accessori a carico degli affittuari.

Il contributo di un milione e mezzo di euro sarà di aiuto ai nuclei familiari che appartengono all’Area della Protezione e dell’Accesso, come risulta dall’Anagrafe Utenza. Si tratta delle fasce più deboli degli assegnatari di alloggi erp.

Saranno esclusi dal contributo comunale:
- assegnatari morosi nel pagamento del canone e/o delle spese
- occupanti senza titolo di alloggi erp
- assegnatari titolari di contratti a canone concordato
- assegnatari titolari di contratti a canone moderato

L’Amministrazione comunale si impegna a liquidare l’aiuto economico alle famiglie bisognose entro il luglio 2010.

“Il provvedimento interesserà alcune migliaia di inquilini che vivono nelle case popolari del Comune e che in quest’ultimo anno si sono ritrovati in gravi ristrettezze economiche”, ha dichiarato l’assessore Verga.

A questo contributo l’Amministrazione comunale affianca altre misure a sostegno delle famiglie in difficoltà , inserite nel Bilancio 2009:

Fondo Sostegno Affitto (L. 431/98 e L.R. 2/00)
Lo “Sportello Affitto”, in base alle disposizioni della Regione Lombardia, eroga contributi ai nuclei in condizioni economiche disagiate che abitano in unità immobiliari in locazione (ai sensi della L. n. 431/98) per ridurre l’incidenza del canone sul reddito familiare. Nel corso del 2008 sono state liquidate 7.143 domande per un totale di 11.290.000 euro. Sempre nel 2008, lo “Sportello Affitto” ha raccolto 8.938 domande che sono state esaminate nel corso del 2009. Per il 2009 le risorse messe a disposizione dal Comune ammontano complessivamente a 2.850.000 euro che si aggiungono a quelle stanziate dalla Regione Lombardia.

Fondo di garanzia per acquisto della casa da parte di famiglie numerose
Il Comune viene in soccorso anche alle famiglie numerose che decidono di acquistare la prima casa, con forme di credito agevolato. Sono stati selezionati gli istituti di credito e le famiglie che possono accedere al contributo. A carico del bilancio comunale è stata iscritta la cifra di 1.000.000 di euro.

Fondo di Solidarietà
Le famiglie in difficoltà , che vivono negli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica di proprietà di Comune e Aler, possono ottenere un aiuto concreto dal “Fondo di solidarietà ”, istituito ai sensi della Legge Regionale 27/2007 e gestito da una Commissione ad hoc presieduta dal Comune, nella quale sono rappresentati i due enti. La Commissione, avvalendosi della collaborazione delle zone di decentramento, utilizza il fondo per erogare contributi a sostegno degli inquilini per le spese relative ai canoni e al riscaldamento. Il Comune ha stanziato per il fondo la somma di 4.000.000 di euro.

Sistemi antintrusione
Si tratta di un programma a favore delle persone ultrasessantacinquenni che vivono in quartieri a rischio e nelle case popolari di proprietà del Comune ai piani bassi (piano terra, rialzato e primo) per l’installazione di elementi antintrusione. A Milano, le famiglie con ultrasessantacinquenni sono presenti in gran parte nella zona 9 di decentramento.

Contributo alle giovani coppie per comprare casa
L’Assessorato alla Scuola, Famiglia e Politiche sociali, in accordo con quello alla Casa, ha stanziato 1.500.000 euro per sostenere le giovani coppie che decidono di acquistare la prima casa. É° previsto il rimborso delle rate del mutuo, con un contributo a fondo perduto di 5.000 euro l’anno. Il provvedimento, ancora in fase sperimentale, prevede sistemi innovativi nella stipula di nuovi mutui per evitare la perdita della prima casa da parte delle giovani famiglie. Per ottenere il contributo, entrambi i coniugi non dovranno avere più di quarant’anni e la data del matrimonio dovrà essere compresa tra il 1° gennaio 2008 e il 31 dicembre 2010. Nella graduatoria avranno priorità le famiglie con figli minorenni, con un solo reddito, venuto meno a causa della perdita del lavoro o per cassintegrazione.

Source by Verga

Similar Articles / Erp: 1,5...ficoltà
from: ladysilvia
by: UNIPR