Dopo 10 anni Tar dà ragione al Comune contro Giovanna Pesco

Domenica
13:47:35
Aprile
11 2010

Dopo 10 anni Tar dà ragione al Comune contro Giovanna Pesco

BOCCIATO IL RICORSO AL DECRETO DI RILASCIO PRESENTATO DAL BOSS DEL RACKET DELLE CASE DI VIA MONTI. E IL 15 APRILE IL COMUNE SArà IN AULA CONTRO IL CONVIVENTE DELLA FIGLIA, ANNA CARDINALE. CONTINUA LA LINEA DURA AL NIGUARDA: RECUPERATI 42 ALLOGGI

View 134.9K

word 437 read time 2 minutes, 11 Seconds

Occupazioni case popolari, De Corato: “Dopo 10 anni Tar dà ragione al Comune contro Giovanna Pesco, via libera allo sfratto dell’abusiva. sentenza che fa giustizia”

“La quarta sezione del Tar, a seguito dell’udienza di merito nella Camera di Consiglio del 9 febbraio scorso, ha pronunciato la sentenza sul ricorso al decreto di rilascio dell’appartamento di via Monti 23, occupato abusivamente da Giovanna Pesco, attualmente detenuta a San Vittore con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla gestione del racket delle case popolari. I magistrati hanno respinto il ricorso dell’occupante, che dovrà anche pagare 2000 euro al Comune per le spese sostenute nella causa, e ordinato che la sentenza venga eseguita dall’autorità amministrativa ”. Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

“Una sentenza che fa giustizia dopo 10 anni " spiega De Corato ". Perchè fin dal 15 maggio 2000 il direttore del settore assegnazione alloggi Erp aveva notificato il provvedimento di rilascio dell’alloggio. Senonchè il decreto era stato impugnato al Tar, che con ordinanza del 19 luglio 2000 ne aveva sospeso l’esecuzione, impedendo così l’escomio già disposto. Ora potremo finalmente eseguire lo sfratto per poi dare l’alloggio agli aventi diritto. Un altro colpo al clan di via Monti dopo lo sgombero, effettuato il 3 marzo scorso, dell’appartamento occupato abusivamente dalla figlia, Anna Cardinale. Al quartiere Niguarda Aler e Comune stanno portando avanti una linea rigorosa. Basti dire che dall’ ottobre scorso sono 42 gli alloggi recuperati”.

“Ma l’impegno contro il clan che spadroneggiava in via Monti " sottolinea De Corato " è testimoniato anche dal fatto che il Tribunale ha ammesso il Comune di Milano come parte civile nel processo che vede imputato Omar Moreschi, convivente di Anna Cardinale. La prossima udienza è fissata al 15 aprile. Mentre per Giovanna Pesco e la figlia, che hanno chiesto di accedere al rito abbreviato, il Comune chiederà la costituzione di parte civile nell’udienza del 5 maggio”.

“Per sollecitare una azione giudiziaria più severa " aggiunge De Corato " ho scritto poi al Prefetto Gian Valerio Lombardi. Chiedendo la presenza di un delegato della Procura della Repubblica al prossimo Tavolo tecnico che si riunirà in Prefettura sul problema del pregresso relativo all’abusivismo negli alloggi popolari. Da inizio 2008 al 31 dicembre 2009 sono infatti 828 i procedimenti pendenti a seguito di querela: 407 riguardano occupazioni abusive in stabili Aler e 421 in alloggi comunali. E il 30% delle denunce viene archiviata”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Dopo 10 ...nna Pesco