Occupante campo Bonfadini costruisce villetta abusiva

Venerdì
18:00:32
Ottobre
01 2010

Occupante campo Bonfadini costruisce villetta abusiva

Nomadi, De Corato: “Comune chiede che giudici lo condannino ad abbattimento a sue spese e al risarcimento del danno. Basta condoni”. Lunedì il processo. Con 343 sgomberi la Polizia Locale ha demolito 2593 manufatti abusivi

View 169.0K

word 516 read time 2 minutes, 34 Seconds

Milano: “Il Comune di Milano si costituirà parte civile nel processo che vede imputato un nomade del campo autorizzato di via Bonfadini, un italiano di 38 anni, che dovrà rispondere penalmente del reato di edificazione abusiva. Il rom è citato in giudizio per avere realizzato, come dimora, una villetta in cemento, tuttora integra e completa di finiture, di 6,50 metri di lunghezza alta 3 e profonda 14 come è stato accertato nel giugno 2009 dalla Polizia Locale che ha scoperto l’illecito. Il Comune chiederà che il giudice lo condanni all’abbattimento del manufatto e avanzerà una congrua richiesta di risarcimento per danni materiali e morali. L’udienza è fissata per il 4 ottobre avanti al Tribunale di Milano, quarta sezione penale”.

Lo comunica il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato a seguito dell’approvazione di una delibera di Giunta.

“Ci auguriamo che la magistratura " afferma De Corato ", che naturalmente ha piena autonomia di giudizio, non opti per percorsi di favore a carico del nomade. In occasione dei 343 sgomberi effettuati a Milano la Polizia Locale ha abbattuto 2593 manufatti abusivi, edifici in muratura, baracche e tende, segnalando 365 soggetti all’autorità giudiziaria. E tra gli svariati reati contestati finora c’è anche l’abuso edilizio. Comportamento che in questi anni i vigili hanno sempre prontamente denunciato visto lo scempio urbanistico determinato. Ma che finora non ha trovato riscontro adeguato nelle aule dei tribunali. Visto che per questo reato non si è deciso, salvo rare eccezioni, di procedere penalmente, talora sulla base dell’articolo 54 del codice penale (stato di necessità ) di cui inspiegabilmente beneficerebbero i nomadi”.

“Solo lo scorso giugno " spiega De Corato - il Comune ha abbattuto una villetta di circa 250 metri quadri in via Predil, zona Lambrate, edificata abusivamente da un altro nomade italiano su un’area demaniale. L’illecito penale era stato denunciato oltre 15 anni prima dalla Polizia Locale ma non aveva dato esito. Il Comune si è dunque fatto carico dell’intervento applicando la stessa procedura amministrativa che aveva già consentito di abbattere nel 2005 una villetta abusiva costruita in via Cusago. Ovvero l’accertamento su chi abbia realizzato l’abuso edilizio, un’ordinanza da parte dello Sportello Unico Edilizia che ha imposto al proprietario di demolire il manufatto entro 90 giorni (termini previsti per legge). E a seguito di inottemperanza, l’abbattimento d’ufficio con l’ausilio della forza pubblica”.


“Escluse le aree di via Triboniano e di via Impastato " sottolinea De Corato " tutti i campi autorizzati presentano illeciti edilizi già denunciati dalla Polizia Locale all’autorità giudiziaria. E villette abusive si trovano anche in altre aree, come in via Monte Bisbino. Il Comune non può essere lasciato solo a contrastare sul piano amministrativo le violazioni: occorre esercitare anche l’azione penale con funzione deterrente. Così come non è giusto che sia in ultima istanza la collettività a sobbarcarsi gli oneri dell’intervento. Chiediamo pertanto ai giudici che impongano ai nomadi di abbattere gli edifici a proprie spese”.

Source by Riccardo_De_Corato


LSNN is an independent publisher that relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources. LSNN is the longest-lived portal in the world, thanks to the commitment we dedicate to the promotion of authors and the value given to important topics such as ideas, human rights, art, creativity, the environment, entertainment, Welfare, Minori, on the side of freedom of expression in the world «make us a team» and we want you to know that you are precious!

Dissemination* is the key to our success, and we've been doing it well since 1999. Transparent communication and targeted action have been the pillars of our success. Effective communication, action aimed at exclusive promotion, has made artists, ideas and important projects take off. Our commitment to maintain LSNN is enormous and your contribution is crucial, to continue growing together as a true team. Exclusive and valuable contents are our daily bread. Let us know you are with us! This is the wallet to contribute.

*Dissemination is the process of making scientific and technical information accessible to a non-specialist public. This can come through various forms, such as books, articles, lectures, television programs and science shows.


Similar Articles / Occupant...a abusiva