Cerimonia nuova illuminazione Stazione Centrale

Domenica
17:04:59
Dicembre
12 2010

Cerimonia nuova illuminazione Stazione Centrale

Domani Moratti e Cadeo alla cerimonia di accensione della nuova illuminazione della Stazione Centrale

View 135.3K

word 671 read time 3 minutes, 21 Seconds

Milano: Domani, lunedì 13 dicembre, alle ore 18.00, in Piazza Duca D’aosta, ingresso Vittor Pisani, il Sindaco Letizia Moratti e l’assessore all’Arredo e Decoro Urbano, Maurizio Cadeo saranno presenti alla cerimonia inaugurale di accensione di “Stazione di luce - Passerelles de Lumière entre Mèmoire et Modernit蔝.
Il progetto di illuminazione permanente di Alain Guilhot, light designer francese, rientra nell’ambito del Festival Led ed è promosso dal Comune di Milano, Assessorato Arredo e Decoro Urbano, sostenuto da Fondazione AEM ed A2A, in collaborazione con Grandi Stazioni e Ferrovie dello Stato.
Saranno presenti Giuliano Zuccoli, Presidente Consiglio di Gestione - A2A, Fabio Battaggia, Amministrazione Delegato Grandi Stazioni e Daniela Carosio, Direttore Centrale Comunicazione Esterne Ferrovie dello Stato.

La facciata, lunga 200 metri, presenta forme geometriche flessuose e regolari, inframmezzate da cariatidi, atlanti e vari ornamenti. La ricchezza architettonica che trae le sue forme dal movimento Liberty e Art decò, viene svelata dalla luce. La scelta delle tonalità e delle temperature di colore adeguate permettono di evidenziare la bellezza dell’edificio creando contemporaneamente un’atmosfera conviviale nel vicino spazio urbano. La valorizzazione luminosa dell’opera di Ulisse Stacchini è legata allo sviluppo sostenibile, con l’utilizzo di sistemi a LED a basso consumo energetico che non richiedono particolare manutenzione, ma offrono la possibilità di realizzare variazioni di colore sulla facciata. Una vera e propria scenografia in grado di proporre scenari capaci di mettere in scena i vari elementi architetturali, autentica allegoria e simbolo della Stazione Centrale e della città di Milano.

“La Stazione Centrale è un simbolo di Milano. Lo è per i milanesi. Lo è per tutti coloro che arrivano a Milano da altre città italiane e straniere. L’illuminazione di Alain Guilhot, light designer di fama mondiale " dichiara Letizia Moratti - aumenta la bellezza di un luogo già carico di storia e di fascino. È una scenografia che da quest’anno diviene permanente e che vuole ricordare anche la ricorrenza dei 100 anni dell’Azienda Elettrica Municipale. Questo progetto rende Milano anche più sicura e vivibile. Creatività , sicurezza, attenzione per l’ambiente: Milano coglie tutti questi obiettivi”.

“Una stazione non è solo un’opera di architettura, ma anche un luogo di comunicazione e di relazioni, sia sociali che urbane. La stazione " spiega l’assessore Cadeo -diventa l’immagine stessa di questa città rigenerata, la proiezione di luce che Milano vuole dare di se stessa al visitatore e alle generazioni future. L’illuminazione della Stazione Centrale, opera di luce del Led Festival, da quest’anno diventa permanente. Insieme alle vetrate del Duomo, siamo orgogliosi attraverso questa festa delle luci di accendere i monumenti simboli della nostra città ”.

“Il rapporto tra la città , i milanesi e la Aem è il patrimonio più prezioso della nostra società " afferma il Presidente Zuccoli, del Consiglio di Gestione di A2A - Nei suoi cento anni di storia l’Azienda Elettrica Municipale, oggi A2A, ha sempre saputo essere a fianco della città , sin da quando venne costituita, l’8 di dicembre 1910, proprio per portare a Milano l’illuminazione elettrica (che sostituiva quella a gas). Nei decenni ha evoluto i suoi sistemi sia per un consumo efficiente sia per realizzare progetti di abbellimento illuminotecnico. E oggi l’ illuminazione della facciata della Stazione Centrale è un altro passo avanti per rendere la nostra città più bella, più sicura e più vivibile”.

“Milano non dorme mai, e così la sua stazione principale. Una vera e propria scrittura luminosa ne svela le forme e i movimenti in un sottile gioco architetturale di luci La nostra scelta - spiega il light designer Alain Gulihot - è caduta sul sito fondamentale rappresentato dalla stazione centrale di Milano, per la sua importanza, il suo ruolo e la sua centralità . Proprio come Milano, città che non dorme mai, la stazione è un luogo che resta perennemente sveglio. Per questo proponiamo di svelarne le forme e i movimenti con una ricerca luminosa creativa, una scrittura di luce adattabile, vero respiro di luce”.

Foto -© Silvia Michela Carrassi

Source by Comune_di_Milano


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Cerimoni... Centrale