Edificati sulla PAROLA: fede e comunicazione attraverso l’alfabeto armeno

Martedì
01:03:08
Febbraio
08 2011

Edificati sulla PAROLA: fede e comunicazione attraverso l’alfabeto armeno

mostra all’Urban Center di Monza 14-28 febbraio 2011
Inaugurazione lunedì 14 febbraio ore 18

View 133.5K

word 452 read time 2 minutes, 15 Seconds

Monza: Nella prospettiva dell’imminente giubileo -i 500 anni- del primo libro armeno stampato a Venezia i cui festeggiamenti iniziano nel 2011, Monza propone un evento dedicato alla riscoperta del valore dell’alfabeto come primo veicolo della comunicazione e in particolare alla comunicazione delle Sacra Scrittura. Da qui anche il titolo della mostra: Edificati sulla PAROLA.

Questa iniziativa non investe solo la comunità Armena, ma si inserisce pienamente nella storia d’Italia. La diaspora Armena, infatti, dopo il genocidio agli inizi del XIX sec., interessa l’Italia con una numerosa comunità sparsa tra Milano, Roma, Venezia e Napoli.
Monza apre una sequenza di celebrazioni offrendo una mostra nell’edificio - l’Urban Center- designato alla comunicazione scritta e multimediale.

La rassegna è stata organizzata dall’Assessorato alla Comunicazione, riceve il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica d’Armenia in Italia e vede l’adesione di numerosi Enti, tra cui l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Monza Brianza. E’ frutto di un impegno volontaristico di numerose associazioni ed è stata curata da Paolo Paleari.
Si rivolge alle scuole di Monza e della Brianza, e in particolare ha visto la partecipazione attiva dell’Istituto di Istruzione Superiore di Monza, che ha elaborato la parte grafica.

La mostra si struttura su una parte didascalica/iconografica e una parte espositiva. La prima prevede la presentazione di una sessantina di pannelli su stoffa con le caratteristiche storico-geografiche dell’Armenia e privilegia le foto di paesaggio e di architettura cristiana, molte delle quali effettuate nel corso degli anni Sessanta e Settanta, quando l’Armenia era ancora una Repubblica Sovietica.
Vengono poi riprese tutte le 38 lettere dell’alfabeto armeno, riproducendo per ognuna di esse un capoverso della Bibbia attraverso le miniature della biblioteca del monastero di san Lazzaro in Venezia, polo di diffusione della cultura armena nel mondo occidentale.

La parte espositiva è composta invece da una serie di opere moderne (XIX e XX sec.): una decina di Bibbie a stampa provenienti dalla tipografia del monastero (che ha stampato in oltre trenta lingue..), accostate ad altre curiosità bibliografiche tra cui uno dei primi vocabolari armeno-italiano dell’Ottocento, un’edizione bilingue dell’Eneide, differenti caratteri tipografici in legno, trattati di teologia, carte geografiche, etc.
La parte espositiva è completata da una serie di presentazioni multimediali sull’alfabeto, sul suo uso e sulla liturgia armena.
Dopo Monza la rassegna farà sosta a Milano, presso la Casa Armena e a Venezia, presso il Monastero di san Lazzaro. Si prevede anche la sosta presso due centri formativi armeni in Francia e in Libano.

Orari Mostra
Lunedì " Venerdì ore 10.00 " 18.00
Sabato: mattino ore 10.00 " 12.30 pomeriggio 15 " 18.00
Domenica: 14.00 " 18.00
Inaugurazione: Lunedì 14 febbraio ore 18.00

Source by Comune_di_Monza


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Edificat...to armeno