i Rover self-driving testati in Marocco come se fossero su Marte

Giovedì
01:40:28
Dicembre
20 2018

i Rover self-driving testati in Marocco come se fossero su Marte

View 2.9K

word 611 read time 3 minutes, 3 Seconds

I robot hanno invaso il deserto del Sahara per il test sul campo del rover più grande d'Europa, svoltosi in una zona del Marocco simile a quella di Marte. Per due settimane tre rover e più di 40 ingegneri hanno testato sistemi di navigazione automatizzati in cinque diversi siti.

Ciò ha segnato la fine della prima fase del cluster di ricerca strategica sulle tecnologie di robotica spaziale, un programma finanziato dal programma Orizzonte 2020 dell'Unione europea.

Il cluster è coordinato dal progetto PERASPERA Ad Astra (latino per 'to the stars through hardships'), che è una partnership tra l'agenzia spaziale ASI in Italia, l'agenzia spaziale CNES in Francia, il DLR German Aerospace Centre, l'agenzia spagnola di tecnologia CDTI e il Regno Unito Space Agency, UKSA, coordinato dall'ESA.

La sede del test sul campo era un sito servito dall'Ibn Battuta Center, vicino a Erfoud, sul margine settentrionale del deserto del Sahara. L'ambiente desertico spazzato dal vento è stato selezionato dall'Europlanet Research Infrastructure dell'UE come una buona partita per Marte, e molti altri sono d'accordo: le squadre hanno finito per condividere la location con una troupe cinematografica di Hollywood e documentari cinesi.

"Ciò che questo tipo di test sul campo ti dà è la prova del budino che il tuo progetto sta funzionando bene, anche in alcuni degli ambienti più difficili che possiamo immaginare", spiega Gianfranco Visentin, responsabile della sezione Automazione e Robotica dell'ESA.

"I test di laboratorio dell'hardware che progettiamo non tengono conto della variabilità che la natura porta, dalla luce del cielo alla forma del paesaggio, alla trama e ai colori della sabbia e della roccia. Operare all'aperto in questo modo dimostra che i nostri sistemi funzionano in impostazioni molto più complesse ed elaborate di quanto non si possa mai simulare.

"Per dare un esempio durante questo test sul campo, l'uniformità e l'omogeneità di alcune delle grandi dune di sabbia si sono rivelate difficili da esplorare per gli algoritmi di visione artificiale, poiché si basano sull'identificazione di caratteristiche basate sulla differenza, quindi hanno iniziato a comportarsi in modi imprevisti non abbiamo visto prima.

"I nostri eccellenti risultati hanno incluso anche alcuni buoni successi: il rover SherpaTT ha gestito un viaggio di 1,3 km su una base completamente autonoma, mentre il suo elemento scientifico autonomo ha innescato un'acquisizione scientifica da sola, senza alcuno sforzo: ha individuato alcune strane pietre sagomate quindi ha chiesto il principale pianificatore per spostarsi in una posizione migliore per scattare più immagini.

"Questo è importante per il futuro, quando ci saranno molti più rover che andranno su Marte e si sposteranno a centinaia di metri al giorno. Non ci saranno scuole di analisti per esaminare ogni immagine - saranno necessari sistemi di rover intelligenti per rilevare ciò che è interessante e inviarlo sulla Terra. "

Come contributo essenziale prima dell'inizio dei test, l'ESA ha pilotato un drone per mappare la posizione, producendo modelli di elevazione digitale fino a una risoluzione di 4 cm. Questo 'truthing terreno' era necessario per confrontare i dati del rover con la realtà osservata.

La combinazione della mappa dell'ESA e dei dati raccolti dai vari rover costituisce il più grande set di dati di test analogici mai realizzato e verrà utilizzata per convalidare algoritmi per le proprie attività dell'ESA.

Il test sul campo comprendeva partecipanti dal DFKI Robotics Innovation Center tedesco, il DLR Institute of Robotics and Meccatronics, Space Application Services in Belgio, Magellium e il laboratorio per l'analisi e l'architettura dei sistemi, LAAS, in Francia, GMV in Spagna, Kings College London e Airbus nel Regno Unito.

PERASPERA si appresta a passare a una nuova fase, basandosi sui risultati dimostrati nel field test, culminati in una missione spaziale per dimostrare la robotica orbitale intorno al 2023.

Source by esaint


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / i Rover ... su Marte