Il visitatore. Shakespeare in Venice nelle Sale Apollinee

Sabato
03:31:48
Dicembre
29 2018

Il visitatore. Shakespeare in Venice nelle Sale Apollinee

La Fenice nell’omaggio ad Arrigo Boito, nel centenario della scomparsa

View 2.7K

word 538 read time 2 minutes, 41 Seconds

Il visitatore. Shakespeare in Venice è il titolo del nuovo spettacolo prodotto dalla Fondazione Teatro La Fenice in collaborazione con Pantakin Commedia e Woodstock Teatro, che sarà in scena nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice a partire da lunedì 5 gennaio 2019 e fino al martedì grasso 5 marzo 2019. Ideato e diretto da Michele Modesto Casarin, con ideazione drammaturgica e drammaturgia di Marco Gnaccolini e Andrea Pennacchi, la nuova produzione avrà due protagonisti assoluti, William Shakespeare e il carnevale di Venezia, e tenterà di affiancare due antiche tradizioni sceniche solo apparentemente distanti: quella delle momarìe veneziane e quella dei masque inglesi.

Il visitatore si avvale delle musiche originali di Alberto Maron e Davide Gazzato, con le scene e i costumi di Licia Lucchese. Alla prima di sabato 5 gennaio 2019 ore 12.00 seguiranno tredici repliche il 6, 8, 9, 10, 12 e 13 gennaio, e tutti i giorni nella settimana di carnevale da giovedì grasso 28 febbraio al 5 marzo 2019.

La scena è ambientata a Venezia, nel 1604. È il giorno in cui inizia il carnevale. Nella sala ricevimento del più importante teatro in città, la Compagnia della Malora, l’ultima compagnia della calza di Venezia, è pronta ad accogliere il pubblico con scherzi e musiche e cominciare così la festa più attesa da tutti: quella in cui verrà eletto il re del carnevale. Ogni anno viene scelto tra il pubblico della festa un pretendente alla corona, e quest’anno capita suo malgrado nelle mani dei comici della Compagnia un partecipante diverso dal solito: viene da Londra, e il suo nome è William Shakespeare. I comici insceneranno una storia a bivi nella quale il visitatore inglese sarà protagonista di una vicenda che si ripete ogni anno per tradizione: la favola del re pazzo. Riuscirà Shakespeare a diventare il nuovo re del carnevale di Venezia dell’anno 1604?

Interpreti dello spettacolo saranno, per la parte recitata, Meredith Airò Farulla, Andrea Pennacchi in alternanza con Davide Dolores, Claudio Colombo e Michele Modesto Casarin; per la parte musicale, il maestro concertatore Alberto Maron guiderà l’Ensemble Armonia Prattica e le voci soliste del soprano Ilenia Tosatto e del tenore Andrea Biscontin. La realizzazione dei costumi è di Caterina Volpato e Alessandra Dolce, le maschere sono di Stefano Perocco da Meduna, assistente alla regia Matteo Campagnol, allestimento scenico del Teatro La Fenice, responsabile di produzione Emanuele Pasqualini, amministrazione Flavio Costa.

Ecco il dettaglio delle recite nelle Sale Apollinee del Teatro La Fenice: sabato 5 gennaio 2019 ore 12.00, domenica 6 gennaio ore 12.00 e ore 20.00, martedì 8 gennaio ore 20.00, mercoledì 9 gennaio ore 20.00, giovedì 10 gennaio ore 20.00, sabato 12 gennaio ore 12.00, domenica 13 gennaio ore 12.00, giovedì 28 febbraio ore 12.00, venerdì 1 marzo ore 12.00, sabato 2 marzo ore 12.00, domenica 3 marzo ore 12.00, lunedì 4 marzo ore 12.00, martedì 5 marzo ore 12.00.

I biglietti per lo spettacolo (posto unico non numerato, da € 10 a € 20, riduzioni per residenti nel comune e nella città metropolitana, under26 e over65) sono in vendita nelle biglietterie Vela Venezia Unica (Teatro La Fenice, Piazzale Roma, Tronchetto, Ferrovia, Piazza San Marco, Rialto linea 2, Accademia, Mestre), tramite call center Hellovenezia (041 2424) e biglietteria online (www.teatrolafenice.it).

Sale Apollinee: Teatro La Fenice
Regia: Michele Modesto Casarin
Ideazione drammaturgica: Marco Gnaccolini e Andrea Pennacchi
musiche originali: Alberto Maron e Davide Gazzato
Scene e Costumi: Licia Lucchese
Direttore: Alberto Maron
Soprano: Ilenia Tosatto
Tenore: Andrea Biscontin

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Il visit...Apollinee