17 novembre: convegno “La democrazia interrotta: il colpo di stato in Myanmar e la Resistenza”

Mercoledì
01:45:33
Novembre
17 2021

17 novembre: convegno “La democrazia interrotta: il colpo di stato in Myanmar e la Resistenza”

Alle 15.30 nell’Aula Magna dell’Università nell’ambito della settimana “Libertà dalla paura - La democrazia in Myanmar”
CULTURA È DEMOCRAZIA
LIBERTÀ DALLA PAURA
La Democrazia in Myanmar
Parma, 15-19 novembre 2021

View 427

word 492 read time 2 minutes, 27 Seconds

Parma - L’Aula Magna dell’Università di Parma ospiterà domani, mercoledì 17 novembre, il convegno La democrazia interrotta: il colpo di stato in Myanmar e la Resistenza, nell’ambito della settimana Libertà dalla paura - La democrazia in Myanmar, in programma a Parma fino al 19 novembre.

Si tratta del principale evento istituzionale del programma, per rappresentare l’analisi dei fatti, l’attuale situazione in Myanmar e la sua centralità per gli equilibri internazionali e democratici in Asia.

L’appuntamento è alle 15.30 con i saluti del Rettore Paolo Andrei, del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti e del Vice Presidente della Provincia di Parma Giuseppe Delsante.

A seguire sono previsti gli interventi di un rappresentante del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (da confermare), di Moe Zaw Oo, Vice Ministro degli Affari Esteri, National Unity Government (da remoto), di Romano Prodi, Presidente dell’Associazione Italia-ASEAN, già Presidente della Commissione Europea (videomessaggio), di Sa Sa, Ministro della Cooperazione Internazionale, National Unity Government (da remoto), di Jean Todt, Presidente della FIA e Inviato Speciale ONU per la sicurezza stradale, Presidente di Suu Foundation (videomessaggio), di Kyaw Moe Tun, Rappresentante Permanente del Myanmar all’ONU (da remoto). Le conclusioni saranno affidate ad Albertina Soliani, Presidente dell’Istituto Alcide Cervi, già Presidente dell’Associazione Parlamentare Amici della Birmania. I lavori saranno coordinati da Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire.

Il convegno rientra nella settimana di eventi Libertà dalla paura - La democrazia in Myanmar, all’interno del progetto Cultura è democrazia pensato per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 dal Comune di Parma, dall’Istituto Alcide Cervi e dall’Associazione per l’Amicizia Italia-Birmania “Giuseppe Malpeli” con la collaborazione dell’Università di Parma e di numerosi altri partner.

Ore 15.30 - 18.30 Convegno - Aula Magna Universita di Parma

LA DEMOCRAZIA INTERROTTA: IL COLPO DI STATO IN MYANMAR E LA RESISTENZA

Il principale evento istituzionale del programma, per rappresentare l’analisi dei fatti, l’attuale situazione in Myanmar e la sua centralità per gli equilibri internazionali e democratici in Asia

Saluti iniziali di:

• Paolo Andrei, Rettore Universita degli Studi di Parma

• Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma

• Giuseppe Delsante, Vice Presidente della Provincia di Parma

Partecipano:

• Un rappresentante del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

• Piero Fassino, Presidente Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati

• Moe Zaw Oo, Vice Ministro degli Affari Esteri, National Unity Government

• Romano Prodi, Presidente Associazione Italia-ASEAN, già Presidente della CommissioneEuropea

• Sa Sa, Ministro della Cooperazione Internazionale, National Unity Government

• Jean Todt, Presidente FIA e Inviato Speciale ONU per la Sicurezza Stradale, PresidenteSuu Foundation

• Kyaw Moe Tun, Rappresentante Permanente del Myanmar all’ONU Conclude:

• Albertina Soliani, Presidente Istituto Alcide Cervi, gia Presidente Associazione Parlamentare Amici della Birmania,

Coordina: Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire

https://www.youtube.com/c/IstitutocerviIt

Source by UNIPR


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / 17 novem...stenza”