L'Austria revoca il lockdown per i residenti non vaccinati

Venerdì
00:18:06
Gennaio
28 2022

L'Austria revoca il lockdown per i residenti non vaccinati

È così che l'Europa allenta le misure di protezione dalla corona. L'Austria porrà fine al blocco per i residenti non vaccinati lunedì prossimo, un giorno prima dell'entrata in vigore di un mandato per il vaccino COVID-19 nel paese.

View 1.3K

word 1.1K read time 5 minutes, 18 Seconds

Bruxelles - L'Austria, Danimarca e Irlanda, riaprono le porte e tornano a vivere nonostante il numero di contagi. Nei Paesi Bassi i contagi sono salite alle stelle, ma ristoranti e istituzioni culturali stanno riaprendo. La Danimarca vuole porre fine a tutte le restrizioni e l'Austria revoca il blocco per i non vaccinati. Una panoramica. La testata FAZ-net descrive bene lo status dell'Austria.

Mercoledì i Paesi Bassi hanno terminato con le restrizioni, imposto come primo paese in Europa a metà dicembre a causa del mutante #omicron. Dopo che dieci giorni fa è stata autorizzata la riapertura di tutti i negozi, ora questo vale anche per i settori della gastronomia, della cultura e degli eventi. Possono rimanere aperti fino alle 22:00 - a determinate condizioni - due ore in più rispetto a quanto consigliato dal consiglio nazionale di esperti del governo.

Le chiusure hanno portato a problemi e tensioni così grandi, ha detto martedì sera il primo ministro Mark Rutte, "che stiamo spingendo consapevolmente i limiti di ciò che è possibile". Accetta il rischio che tra poche settimane venga nuovamente accusato di "effetto yo-yo".

Nelle ultime settimane i ristoranti in diversi luoghi non hanno rispettato la chiusura prescritta, gli operatori culturali si sono lamentati della discriminazione e ci sono state manifestazioni ad Amsterdam. Secondo le nuove regole, cinema, teatri e altre sale per eventi con posti fissi possono essere adibiti a un terzo, con un massimo di 1250 persone. Nei bar, così come negli stadi sportivi, dove il pubblico sarà nuovamente ammesso per la prima volta, dovrà essere mantenuta una distanza di 1,5 metri.

Pressione sull'assistenza sanitaria

L'accesso a tutte le sedi è possibile solo con un certificato Corona valido. Tuttavia, la regola 3-G rimane in vigore. Il governo ha abbandonato il suo precedente piano di far entrare solo coloro che erano stati vaccinati e coloro che si erano ripresi. Al contrario, l'anno scorso c'erano state proteste massicce e violente.

Nel frattempo, la Danimarca prevede di revocare tutte le restrizioni sulla corona dal 1° febbraio. Il ministro della Salute Magnus Heunicke ha scritto al Parlamento che il governo voleva seguire una raccomandazione degli esperti. Il consiglio di esperti era giunto alla conclusione che i ricoveri ospedalieri non erano più legati al numero di contagi. Se il Parlamento accetta la revoca, solo i test e le regole di quarantena all'ingresso in Danimarca rimangono come misure nella pandemia. Il paese aveva già allentato le restrizioni due settimane fa e i cinema e le sale da musica hanno potuto riaprire. Restano in vigore gli orari di coprifuoco per i ristoranti e l'obbligo di indossare la mascherina.

In Austria il lockdown per i non vaccinati terminerà lunedì. Questo è ciò che dice il cancelliere Karl Nehammer (ÖVP) prima della riunione di gabinetto del governo federale conservatore-verde. Nonostante il record di nuove infezioni, la situazione negli ospedali è stabile. Secondo il ministro della Salute Wolfgang Mückstein (Verdi), gli esperti prevedono che il numero di nuove infezioni salirà a 40.000 casi nelle prossime settimane. Tuttavia, secondo il ministro, il lockdown per i non vaccinati non è più visto come un espediente. Tuttavia, la prova 2-G nella gastronomia e nel commercio in generale, nonché il requisito della maschera FFP2 rimarranno in vigore.

L'Irlanda aveva già revocato quasi tutte le regole del coronavirus sabato. Pub, ristoranti e discoteche possono riaprire dal fine settimana senza richiedere la prova della vaccinazione o il rispetto delle regole di distanza, ha detto venerdì sera il primo ministro Michael Martin a Dublino. Non sono più applicabili le restrizioni ai partecipanti per gli eventi, così come le regole per gli incontri privati, anche l'obbligo di lavorare da casa è terminato lunedì. Per i viaggi internazionali, invece, si applicano ancora le regole del 3G, come ha affermato Martin. Chi risulta positivo al corona virus deve continuare a isolarsi. Anche l'obbligo della mascherina resterà in vigore almeno fino alla fine di febbraio. "Sono stato qui in molti giorni bui, ma oggi è una buona giornata", ha detto Martin. Il governo non limiterà più le libertà personali se ciò non è necessario. L'Irlanda ha resistito alla "tempesta di omicron", ha detto Martin.

Anche a Berlino viene pubblicata la notizia - lo pubblica #abcnews 26 Gennaio 2022, 15:25 L'Austria porrà fine al blocco per i residenti non vaccinati lunedì prossimo, un giorno prima dell'entrata in vigore di un mandato per il vaccino COVID-19 nel paese, ha annunciato mercoledì il cancelliere del paese.

Il cancelliere austriaco Karl Nehammer ha affermato che la misura, introdotta a novembre, non era più necessaria perché non vi era alcuna minaccia di sovradimensionamento delle unità di terapia intensiva ospedaliera.

Per settimane, il blocco per i non vaccinati è stato "una misura di cui molte persone si sono lamentate, ma era inevitabile per motivi di politica sanitaria", ha affermato Nehammer, secondo l' agenzia di stampa austriaca APA.

Il 1° febbraio, nel piccolo paese alpino entrerà in vigore un mandato per il vaccino COVID-19 per adulti, il primo del suo genere in Europa. I funzionari hanno affermato che il mandato è necessario perché i tassi di vaccinazione rimangono troppo bassi. Dicono che garantirà che gli ospedali austriaci non siano sopraffatti dai pazienti COVID-19. Finora, il 75,4% dei residenti del paese è stato completamente vaccinato.

"Nonostante gli allentamenti, è ancora necessaria cautela: faccio appello a tutti gli 1,5 milioni di non vaccinati affinché si vaccinano e non aspetto che le vaccinazioni obbligatorie entrino in vigore", ha twittato il cancelliere.

Una volta entrato in vigore il mandato, le autorità scriveranno a tutte le famiglie per informarle delle nuove regole.

Da metà marzo, la polizia inizierà a controllare lo stato di vaccinazione delle persone durante i controlli di routine; le persone che non possono produrre una prova di vaccinazione saranno invitate a farlo per iscritto e saranno multate fino a 600 euro ($ 676) in caso contrario.

Se le autorità riterranno che i progressi della vaccinazione nel paese siano ancora insufficienti, ha detto Nehammer all'inizio di questo mese, invieranno promemoria alle persone che rimangono non vaccinate. Se anche questo non funziona, le persone riceveranno un appuntamento per la vaccinazione e multerebbero se non lo rispettano. I funzionari sperano di non dover utilizzare l'ultima misura. Le multe potrebbero raggiungere i 3.600 euro se le persone contestano la punizione e si apre il procedimento completo.

Source by Redazione


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / L'Austri...vaccinati