Commissione bioetica governativa. Perchè confondere bioetica e politica?

Martedì
02:10:03
Giugno
13 2006

Commissione bioetica governativa. Perchè confondere bioetica e politica?

View 134.6K

word 590 read time 2 minutes, 57 Seconds

Il Governo ha deciso di istituire una commissione bioetica che funga da coordinamento tra i vari ministeri per le questioni che, secondo la maggioranza che governa il nostro Paese, dovrebbe trovare un comune denominatore. Il motivo scatenante è stata senza dubbio la decisione del ministro della Ricerca, Fabio Mussi, di ritirare la firma dell’Italia da un documento Ue in cui c'è l’impegno a non finanziare la ricerca con le cellule staminali embrionali. La commissione dovrebbe occuparsi di questioni, oltre le staminali, tipo pillola abortiva, pacs, testamento biologico, etc..

La presidenza di questa commissione dovrebbe essere affidata al ministro Giuliano Amato, quello che in occasione del World Gay Pride del 2000 a Roma, in qualita' di presidente del consiglio dei ministri ebbe a dire "È inopportuno ma non possiamo vietarlo".... un presidente di garanzia?

Noi abbiamo sempre avuto grosse perplessita' sul fatto che esistesse il Comitato Nazionale di Bioetica, e altrettanta perplessita' non possiamo non evidenziare anche in questo caso. A partire dal fatto che, la comprensibile necessita' del Governo di trovare una unicita' di proposte in alcune materie, debba essere etichettata sotto il nome di bioetica. Perchè se l’intento è quello di far si' che il Governo abbia una visione etica della vita in modo univoco, crediamo che stiano solo perdendo tempo e, soprattutto, stano prendendo in giro i cittadini.

Ci poniamo le seguenti domande: 1) quale etica per chi e per cosa? 2) deve un Governo o una maggioranza politica democratica avere un'etica? Le risposte a queste domande non le abbiamo, proprio perché crediamo che l’etica non debba entrare in alcun modo in maggioranze o minoranze, ma sia una questione che riguarda i singoli individui. Quando l’etica ha riguardato maggioranza di governo e partiti ad hoc, la storia del mondo ha solo vissuto tragedie, e ci sono sempre state presunte minoranze oppresse in nome di questa etica di Stato.

Abbiamo il più che fondato timore che questa commissione serva solo a narcotizzare una serie di questioni, imbrigliandole in pastoie burocratiche, culturali e ideologiche che, alla fin fine, serviranno solo a impedire l’istituzione di provvedimenti e riforme su cui siamo indietro rispetto all’Europa e al resto del mondo.

A cosa serve discutere "bioeticamente" sulla pillola abortiva RU486, visto che la legge sull’aborto esiste in Italia da decenni e, nello specifico, si tratta solo di mettere in pratica quello che la legge gia' prevede e che è gia' in atto da decenni in quasi tutti i Paesi del mondo?

A cosa serve discutere "bioeticamente" di un testamento biologico che è semplicemente la regolamentazione di come il malato incosciente puo' esercitare il diritto di ogni altro cittadino, mettendolo per iscritto in anticipo?

A cosa serve discutere "bioeticamente" dei diritti degli individui a vedersi riconosciuta civilmente la propria unione d'amore?

A cosa serve discutere "bioeticamente" di ricerca con le cellule staminali embrionali, visto che per alcuni è in gioco un LORO principio di fede sull’inizio della vita?

Siamo consapevoli che su questi argomenti ci sono, anche nel Governo, posizioni ideologiche e di convenienza politica che vorrebbero imporre ad altri la propria visione della vita e della morte. Nel contempo, pero', siamo consapevoli che il punto di incontro politico e normativo non puo' essere nella mediazione tra diversi, ma esclusivamente nell’accettazione di diversita' che, pur nella loro contrapposizione, debbano necessariamente convivere. Cioè c'è bisogno di un accordo politico e non certamente bioetico.
Un disagio e delle riflessioni che poniamo anche a coloro che si apprestano a decidere di partecipare e animare questa commissione.
Vincenzo Donvito

Source by STAMINALI_ADUC


LSNN is an independent editor which relies on reader support. We disclose the reality of the facts, after careful observations of the contents rigorously taken from direct sources, we work in the direction of freedom of expression and for human rights , in an oppressed society that struggles more and more in differentiating. Collecting contributions allows us to continue giving reliable information that takes many hours of work. LSNN is in continuous development and offers its own platform, to give space to authors, who fully exploit its potential. Your help is also needed now more than ever!

In a world, where disinformation is the main strategy, adopted to be able to act sometimes to the detriment of human rights by increasingly reducing freedom of expression , You can make a difference by helping us to keep disclosure alive. This project was born in June 1999 and has become a real mission, which we carry out with dedication and always independently "this is a fact: we have never made use of funds or contributions of any kind, we have always self-financed every single operation and dissemination project ". Give your hard-earned cash to sites or channels that change flags every time the wind blows , LSNN is proof that you don't change flags you were born for! We have seen the birth of realities that die after a few months at most after two years. Those who continue in the nurturing reality of which there is no history, in some way contribute in taking more and more freedom of expression from people who, like You , have decided and want to live in a more ethical world, in which existing is not a right to be conquered, L or it is because you already exist and were born with these rights! The ability to distinguish and decide intelligently is a fact, which allows us to continue . An important fact is the time that «LSNN takes» and it is remarkable! Countless hours in source research and control, development, security, public relations, is the foundation of our basic and day-to-day tasks. We do not schedule releases and publications, everything happens spontaneously and at all hours of the day or night, in the instant in which the single author or whoever writes or curates the contents makes them public. LSNN has made this popular project pure love, in the direction of the right of expression and always on the side of human rights. Thanks, contribute now click here this is the wallet to contribute


Similar Articles / Commissi...politica?